lunedì 30 luglio 2012

Idee ecosostenibili: un giardino pensile per effetti speciali d'illuminazione


Bocci, società canadese, con questo bellissimo giardino pensile illuminante è riuscito a dimostrare che ecosostenibilità e design possono andare sotto braccio per dar vita a vere e proprie sculture che arredano; in un progetto che preveda il riutilizzo degli oggetti in modo che ci accompagnino per tutta la vita, diventa essenziale prestare attenzione alla qualità e alla realizzazione.

La collezione 38, una rivisitazione della 28, è costituita da “bolle” in vetro soffiato riciclato, caratterizzate da numerosi inserti cavi di colore bianco, alcuni dei quali sufficientemente profondi da poter ospitare delle piantine; altri non sono altro che l’alloggiamento per una lampadina e, nel caso di sfere molto grandi possono anche diventare 2 o 3, garantendo una sufficiente illuminazione.

La composizione che comprende sia lampade con alloggiamento per piante come le succulente, che piccoli vasi singoli, è attraversata da un tubo in rame che pare aggrovigliarsi e ritrovare la strada ogni volta che si attorciglia, prima di proseguire non senza aver valorizzato ogni elemento.
All’interno, le lampade a LED, possono essere tranquillamente sostituite, senza la necessità di buttare tutto l’apparecchio; nel rispetto dell’ambiente, anche la confezione esterna è in materiale riciclato e riciclabile.

L’idea geniale è perfetta sia per gli interni che per gli esterni; fissati a un muro esterno, su una veranda, creano un ambiente magico e fashion che regala un’atmosfera suggestiva e unica.
All’interno, le possibilità di utilizzo sono infinite e garantiscono un’elevata personalizzazione degli ambienti; perfette per chi non ha spazi esterni da sfruttare ma non vuole rinunciare alla coltivazione di piccole piante e a un tocco di verde, permettono anche di riprodurre un giardino pensile all’interno, senza “rubare” spazio prezioso.

Ma non finisce qui.  Può trasformarsi in un bellissimo esempio d’arredo nel caso in cui venisse sfruttato nella sua duplice funzione in un appartamento o in un locale pubblico (un ristorante o un bar, per esempio) cui regalerebbe un’atmosferica romantica e vagamente “selvaggia”.

Perché rinunciare perciò al verde? Questa idea che crea inattesi giochi di luce e sprazzi di natura è l’esempio perfetto di come ecologia, natura, design e funzionalità possono efficacemente convivere anche all’interno di ambienti moderni.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
loading...