lunedì 15 ottobre 2012

La sedia Louis Ghost di Philippe Starck

Sedia Louis Ghost

La sedia Louis Ghost, pensata e progettata nel 2002 dal genio di Philippe Starck per Kartell festeggia quest'anno il suo decimo anniversario. Frutto di un cortocircuito visionario tra le forme barocche delle sedute di Luigi XV ed i nuovi materiali in policarbonato che permettono di realizzare oggetti da un unico stampo. Le sedie di Philippe Starck seguono una precisa linea evolutiva: due anni dopo la nascita della prima sedia, La Marie, la trasparenza e’ gia’ entrata in scena, e da sedia semplice e minimalista si evolve nelle forme barocche di Luigi XV in una fusione sorprendente di antico-moderno.


   


La realizzazione di questo progetto e’ per Kartell una grande sfida tecnologica. Non è stato semplice ottenere tanta leggerezza e grazia dettati dal tratto distintivo dello schienale a medaglione e dai leggiadri braccioli.

Philippe Starck disse del suo nuovo progetto: “In realta’, la sedia Louis Ghost e’ auto-progettata. E’ una ‘Luigi qualcosa’, una sorta di spettro, di riflesso, l’ombra di una sedia in stile che ho chiamato Louis Ghost, il fantasma Louis”. 

- Continua Starck: “Non si sa cosa sia ma tutti la riconoscono e la percepiscono familiare. E’ qui quando la vuoi vedere, e la puoi mescolare se vuoi essere discreto. E’ in via di sparizione, di smaterializzazione. Come tutta la produzione della nostra civilta’”. 

Louis Ghost diventa un’icona e la sedia di design più venduta al mondo. 

La versatilità e la multifunzionalità della seduta la rendono la regina delle case private e di centinaia di spazi collettivi internazionali: ristoranti, bar, musei, teatri, giardini.  La sedia trasparente” o “la sedia di Starck” viene universalmente riconosciuta come un must di gusto e originalità.

Negli anni la sedia icona non viene abbandonata ma viene ripresa e trasformata, riscoperta ed interpretata da designer, architetti, artisti, stilisti di tutto il mondo, passando attraverso diverse trasformazioni, ma rimanendo immutata nella sua essenza.

Nel 2009 la ritroviamo tutta dipinta di rosa al salone del mobile per festeggiare i 50 anni della barbie, nel 2004 è stata rivestita attraverso il lavoro di 43 artisti per un'asta di beneficenza, nel 2011 e’ stata una delle protagoniste del progetto “Kartell Loves Milano”.

Louis Ghost e’ la sedia capostipite di una nuova generazione di sedute e complementi di arredo come la Victoria Ghost, sedia piu’ snella, i Charles Ghost deliziosi sgabelli, lo specchio Francois Ghost, le piccole sedie per bambini Lou Lou Ghost, fino agli ultimi nati come gli sgabelli bar One more e One more please

La serie “Ghost” porta con sé un grande patrimonio tecnologico per la lavorazione del policarbonato e le tecniche di produzione a stampaggio industriale.

Secondo Philippe Starck il successo della sedia Louis Ghost è frutto della memoria comune elaborata dal subconscio collettivo, che partendo dal nostro passato, passa per il nostro presente ed è già nel  nostro futuro”. 

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...