giovedì 14 marzo 2013

Arredamento naturale ed ecologico

L’attenzione all’ecologia, alla conduzione di una vita eco-compatibile, si fa sempre più pressante e questo, finisce inevitabilmente per ripercuotersi anche nella quotidianità e nell’organizzazione della realtà domestica; ecco che perciò, accanto a strategie atte a creare abitazioni che garantiscano il risparmio energetico, è possibile affiancare un arredamento naturale, simbolo del rispetto dell’ambiente e di se stessi. 

Sono sempre più i produttori che cercano di modificare le loro linee, orientandole verso questo genere di arredamento; l’utilizzo di materiali naturali, riciclati, a basso impatto ambientale e piccole strategie, sono essenziali per vivere meglio ed eliminare elementi critici che, nel tempo rischiano di mettere a repentaglio la salute delle persone. 

Dalla cucina alla camera da letto, passando per soggiorni e tessuti, è sempre più semplice riuscire a trovare mobili realizzati totalmente in legno, senza l’ausilio di colle che possano risultare tossiche, sostituite agevolmente da vernici atossiche, oli vegetali e resine che non rilasciano sostanze potenzialmente cancerogene. 

Il tatami può divenire un’efficace sostituto del più tradizionale letto però, se la schiena o il semplice gusto personale non ne permettono l’acquisto, non si faticherà a trovare anche splendidi letti in massello da completare poi, sempre con un tatami e materassi ecologici ; per la cucina, la scelta del legno o del misto legno /vetro, accompagnato da inserti eco-compatibili e l’impiego di prodotti in cui siano state abbattute le emissioni tossiche, è sicuramente vincente anche se, a volte, può risultare costosa. 

Per sedie, poltrone, divani o pouf, oltre a scegliere strutture in legno (betulla, pino, abete, faggio...) non trattato o trattato solo con materiali ecologici, ci si potrà orientare su rivestimenti in cotone, cotone misto a lino, o pelle. 

Accanto ai mobili veri e propri, si possono prendere in considerazione anche complementi d’arredo o “accessori” come le lampade a risparmio energetico oppure a led; il cartone è, per esempio, un materiale che permette di realizzare prodotti che possano completare e arricchire l’arredo, unendovi poi i giusti materiali tessili o in vetro, si possono ottenere splendide sedie, poltroncine, librerie, vetrinette e tavoli. 

Il tessile ha infatti la sua importanza in una casa ecologica, i piumoni d’oca, d’anatra, coperte in lana merino, lana cammello, cotone o seta completano il letto, le tende in cotone o in lino, trattate con prodotti naturali, valorizzano l’ambiente. 

La consapevolezza che prediligere mobili e oggetti d’arredo non naturali può causare seri problemi di salute, conduce, in maniera naturale, alla presa di coscienza che il rispetto di se stessi passa anche attraverso la scelta di elementi che siano in armonia con la natura umana e con l’ambiente. 

Al giorno d’oggi di fatto, un arredamento naturale non è più appannaggio di pochi, non è una scelta sempre dispendiosa ma è, al contrario, più abbordabile perciò, perché non prenderlo in considerazione?


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
loading...