venerdì 23 settembre 2016

Scegliere il materasso, materassi naturali


Saper scegliere il materasso è importante non solo per risposare bene, ma anche per rigenerarsi dopo una lunga giornata o dopo una fatica perciò, un acquisto errato, può compromettere il momento di recupero e pregiudicare una vita serena.

Ogni persona dovrebbe scegliere il proprio materasso personalmente perché le necessità individuali sono differenti: peso, altezza, preferenze di materiali, necessità di sostegno più o meno forte della colonna vertebrale devono intervenire e contribuire a determinare la decisione finale.

Al giorno d’oggi, accanto al classico materasso a molle, sono comparsi materassi in lattice, ad acqua, in materiali vegetali.


Quelli a molle sono spesso combinati con altri materiali per garantire un confort maggiore e adeguarsi alle esigenze, cercando di prevenire anche il difetto di assumere con il tempo la forma di chi lo utilizza, scavando una sagoma che lo rende inadatto e fa venir meno il supporto necessario.  Grazie al progresso e alla ricerca anche i materassi a molle sono cambiati ed è così possibile scegliere il modello con molle insacchettate, indipendenti tra di loro, che seguono il corpo adattandosi a ogni punto.

Negli ultimi anni, i materassi naturali ed i materassi in lattice (sostanza naturale ottenuta da una pianta tropicale, la hevea brasiliens) hanno preso piede sempre più; offrono un ottimo sostegno, sono traspiranti e anallergici, essendo elastici si adattano al corpo senza modificare la loro struttura e, grazie a vari inserti, possono garantire differenti livelli di rigidità e sostegno del corpo. Scegliere la versione sfoderabile è l’ideale perché consente di tenere al largo batteri, insetti e acari, rendendolo ideale anche per soggetti allergici. E’ importante che la percentuale di lattice sia però minimo al 40-50%.

Esistono anche materassi vegetali o naturali, realizzati con imbottitura di fieno, foglie, crine di cavallo o erbe; sono perfetti per chi sceglie uno stile di vita ecocompatibile ma, in alcuni casi, come in quello di allergie particolari, non possono essere utilizzati.

I materassi ad acqua sono una delle scelte meno effettuate tuttavia, sono ergonomici, comodi, divertenti e, per chi ama lasciarsi cullare dalle “onde” sono un must; se sul materassino, al mare, vi addormentate lasciandovi cullare, potrebbe essere la scelta giusta, mancheranno i profumi, il sole e i rumori, ma i vostri sensi ne godranno ugualmente.

Materassi anatomici e ortopedici dovrebbero essere scelti solo su indicazione di un medico perché sono, di fatto, molto rigidi e, se non necessari, rischiano di trasformare la notte in un continuo girarsi e rigirarsi alla ricerca di un confort introvabile e provocare, la mattina, indolenzimenti e mal di schiena. Da preferire sono invece, negli altri casi, i materassi ergonomici, a pressione differenziata che, a seconda delle necessità, garantiscono comodità e, adattandosi al corpo, la condizione ideale per il riposo.


Alcune brevi importanti considerazioni da fare prima di terminare; l’ideale è poter provare il materasso prima di acquistarlo in modo da saggiarne la comodità, la rigidità e la capacità di adattarsi al corpo. Importante è verificare la presenza di un lato estivo e uno invernale in modo da godere di imbottiture adeguate al clima e, infine, non trascurare di verificare le etichette e chiedere la garanzia originale del produttore.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
loading...